PonticelliToday

Scoperto un "furbetto del cartellino": il giardiniere comunale faceva un altro lavoro

Timbrava il cartellino da giardiniere, poi si dedicava a fare il falegname in un'officina privata. Rischia di perdere il posto

Immagine d'archivio

Dipendente dell'VIII Municipalità, un giardiniere, timbrava il cartellino e spariva. È stato scoperto andasse a svolgere un altro lavoro, il falegname in un'officina di Poggioreale. A darne notizia è il Mattino.

L’uomo è stato sottoposto all’obbligo di presentarsi alla Polizia Giudiziaria. Per lui l’accusa è di truffa aggravata continuata in danno dell’amministrazione comunale.

Gli era stata assegnata la manutenzione del "Parco De Simone", in via Ulisse Prota Giurleo a Ponticelli, ma dopo aver marcato si dedicava ad altri impieghi.

Le indagini sono partite dopo una segnalazione, che ha spinto il direttore generale del Comune di Napoli Attilio Auricchio a incaricare la municipale di seguire i suoi spostamenti. Che ne comprovavano la "doppia vita lavorativa".

A quanto risulta, il giardiniere avrebbe ammesso le sue colpe. Perderà con molte probabilità il posto di lavoro.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Renzi in città: “Si riparte dalla disarmante bellezza di Napoli”

  • Politica

    Di Maio sull'inchiesta Sma: “Sono gli assassini politici della mia gente”

  • Cronaca

    Napoletani scomparsi, i familiari: “La polizia messicana nega” | INTERVISTA

  • Cronaca

    Sgominata la banda delle truffe agli anziani: colpi da mezzo milioni di euro

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni puntate dal 19 al 23 febbraio 2018

  • Caterina Balivo scatenata al concerto di Jovanotti: “Caro Lorenzo...”

  • Dolori cervicali, quali sono i rimedi: i consigli dell’esperto

  • Napoli-Lipsia, come vedere la partita

  • Torre del Greco, sequestrati 41 milioni di euro di soldi falsi

  • Tempesta di neve sul Vesuvio: auto e turisti bloccati | VIDEO

Torna su
NapoliToday è in caricamento