PonticelliToday

Riapre il Parco De Simone di Ponticelli: un polmone verde restituito ai cittadini

Si tratta di 22 mila mq di ampie aiuole a prato, vialetti, area-eventi, spazio giochi per bambini e una pista di pattinaggio. De Magistris: "Ora questo parco deve vivere e c'è bisogno dell'impegno di associazioni, cittadini, operatori"

Sodano e de Magistris

Riapre dopo mesi di chiusura al pubblico il Parco De Simone di Ponticelli. Si tratta di 22 mila mq di ampie aiuole a prato, vialetti, area-eventi, spazio giochi per bambini e una pista di pattinaggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I lavori di restyling sono stati eseguiti dalla Napoli Servizi con lo stesso sistema che ha portato alla risistemazione dell’altro Parco di Ponticelli, il parco De Filippo, usufruendo delle competenze dell'azienda municipalizzata.  Erano presenti il sindaco de Magistris, il vicesindaco Sodano, il presidente della municipalità Anna Gozzino, i consiglieri Marco Russo e Francesco Vernetti il Presidente di Napoli Servizi Dario Scalella e il consigliere del sindaco all'antiracket Anna Ferrara. Un polmone verde del quartiere restituito ai cittadini e sottratto anche alla criminalità organizzata, la quale ne avrebbe voluto fare un luogo di spaccio.

Le giostrine, che erano state messe all'interno del parco, sono state vandalizzate durante le stesse operazioni di ristrutturazione, ma saranno riposizionate di nuovo da parte dell'amministrazione.  Per il sindaco di Napoli de Magistris: “Ancora uno spazio verde viene restituito alla città. In questa zona, dopo il parco De Filippo che abbiamo riaperto dopo tanti anni, adesso il parco De Simone, proprio nel cuore del quartiere. Ora questo parco deve vivere e, per farlo, c'è bisogno non solo dell'impegno delle istituzioni centrali e di prossimità, ma soprattutto delle associazioni, dei cittadini, degli operatori, dei ragazzi. Ci sono tutte le condizioni perchè questo luogo diventi uno spazio per la socialità, per la cultura, per la musica, per lo sport. Oggi, poi, un ringraziamento particolare va rivolto  agli operatori del Comune e soprattutto ai lavoratori di Napoli Servizi, i quali  hanno compiuto, ancora una volta, un lavoro importante per la città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel napoletano la spiaggia del sesso tra scambisti, la denuncia: "Succede di tutto"

  • Ricetta delle graffe napoletane con impasto a base di patate

  • Furto a casa del poliziotto morto. La moglie: “Ci hanno portato via anche i ricordi”

  • Nuovi focolai in Campania: isolata la palazzina della donna incinta e positiva

  • Piedi che puzzano? un bicchierino di Vodka e il cattivo odore va via

  • Tragedia in spiaggia: uomo muore dopo un malore improvviso

Torna su
NapoliToday è in caricamento