PonticelliToday

Omicidio Ponticelli, il presunto assassino della zia non risponde agli inquirenti

Il 39enne accusato di aver ucciso la 61enne Rosa Vitagliano e di aver ferito la sorella 71enne di questa si avvale della facoltà di non rispondere

La caserma dei carabinieri di Ponticelli (Google)

È stato messo in manette nella tarda serata di ieri, a Ponticelli, il 39enne accusato di aver ucciso sua zia, la 61enne Rosa Vitagliano, e ferito la sorella 71enne di questa.

Per ora, interrogato dagli inquirenti, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Pasquale De Liguori, questo il nome del presunto omicida, secondo una prima ricostruzione degli inquirenti era sotto l'effetto di sostanze stupefacenti quando ha agito.

Uccisa a coltellate: la vittima è Rosa Vitagliano

Secondo persone a lui vicine avrebbe in diversi altri casi già mostrato segni di squilibrio, una delle ragioni per cui il 39enne era in cura presso il Sert della sua zona.

Non è ancora stato stabilito un movente per il delitto. L'uomo aveva in tasca 2mila euro – risultati essere soldi suoi – ed a casa nascondeva 4 grammi di cocaina e dei foglietti con annotati nomi e cifre.

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • Dieta: 7 alimenti che credi facciano dimagrire e invece fanno ingrassare

  • Fusaro: riapre il frutteto borbonico. Toccherà quindi alla pista ciclabile

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

I più letti della settimana

  • Boato a Giugliano, esplode una villetta. Il sindaco: "Due feriti gravi"

  • Muore Annamaria Sorrentino: era precipitata dal terzo piano mentre era in vacanza in Calabria

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Possibile scambio Hysaj-Schick con la Roma?

  • Temporeggiava sulla soglia del portone: in manette giovane spacciatrice

  • Ancelotti furioso al Franchi, voci di esonero per Sarri: inizio col botto in Serie A

  • Bimba napoletana autistica interrompe il Papa, Francesco: "Dio parla attraverso di lei"

Torna su
NapoliToday è in caricamento