PonticelliToday

Omicidio nel campo rom di Ponticelli: 37enne ferito a morte in una rissa

Lucian Memet è stato aggredito e colpito al cranio con oggetti contundenti. Feriti altri due connazionali di 18 e 36 anni

Campo rom Ponticelli

Ha perso la vita per una rissa avvenuta nel campo rom di via Virginia Wolf a Ponticelli. Trentasette anni, nazonialità romena, Lucian Memet è stato aggredito da tre persone che si sono poi date alla fuga.

La salma dell'uomo è stata presa in custodia dalle forze dell'ordine, e ne è stata disposta l'autopsia. Da un primo esame risulta che sul suo corpo ci fossero ferite alla schiena ed alla testa.

Nella stessa rissa sono rimasti feriti altri due rom, di 36 e 18 anni, giudicati in condizioni non gravi dal personale del 118.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Memet, già noto alle forze dell'ordine, avrebbe avuto un'animata discussione con alcuni suoi connazionali. La lite è degenerata: l'uomo sarebbe stato aggredito e quindi colpito al cranio con oggetti contundenti. In zona, dai carabinieri, è stato trovato un coltello da cucina con tracce di sangue.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

Torna su
NapoliToday è in caricamento